FANDOM


Tyrion Lannister nasce nel 274º anno dopo la conquista del Continente Occidentale da parte di Aegon Targaryen durante un inverno durato tre anni; è il terzogenito di lord Tywin Lannister e sua moglie Joanna, che morì di parto dandolo alla luce. Viene detto il Folletto, poiché affetto da nanismo. Il Folletto è disprezzato dal padre e dalla sorella Cersei, ma amato e rispettato dal fratello Jaime e dai suoi zii, che l'hanno sempre protetto. Tyrion si sente un emarginato, e simpatizza spesso per altri personaggi in condizioni simili alla sua, come Jon Snow.

Sulla via del ritorno verso Approdo del Re, Tyrion s’imbatte in Catelyn Stark alla Locanda all’incrocio. Tyrion non è a conoscenza del fatto che Petyr Baelish avesse riferito a Catelyn che la daga utilizzata per il tentato omicidio di Bran, appartenesse a lui. Con l’aiuto di alcuni alfieri di suo padre, Catelyn arresta Tyrion e lo porta a Nido dell’Aquila per essere processato. Lì, Lysa lo processa per il tentato omicidio di suo nipote e per l’assassinio di suo marito Jon Arryn, sebbene egli sia innocente per entrambi i crimini. Per costringerlo a confessare, Lysa lo rinchiude nelle Celle di Cielo. Al momento del processo, Tyrion chiede di essere giudicato con un processo per singolar tenzone. Il campione di Tyrion è il mercenario Bronn che uccidendo Ser Vardis Egen, assicura a Tyrion la libertà.

Quando le forze di Stannis attaccano Approdo del Re in quella che verrà poi chiamata la Battaglia delle Acque Nere, Tyrion fa posizionare la grande catena in modo da intrappolare le navi sia dei Lannister che dei Baratheon. L’altofuoco viene poi lanciato contro le navi facendole bruciare. Durante la battaglia, Tyrion viene obbligato a guidare l’attacco perché Sandor Clegane, impaurito dal fuoco, si rifiuta di farlo. Tyrion guida i suoi uomini verso la Porta del Re. Durante la battaglia, Ser Mandon Moore della Guardia Reale, cerca di ucciderlo, tagliandogli il naso, ma Tyrion viene salvato da Podrick Payne prima che Moore riesca a ucciderlo. Perde conoscenza e si sveglia quando ormai la battaglia è terminata. Riporta svariate ferite e non ha più gran parte del naso. Tyrion crede che dietro il tentato omicidio ci sia Cersei. Tyrion viene declassato a Mastro del Conio, rimpiazzando Petyr Baelish ed è anche obbligato a sposare Sansa Stark per evitare che questa sposi Willas Tyrell. Il matrimonio va in porto ma, Tyrion sceglie di non consumarlo, dicendo alla ragazza che non la toccherà a meno che non sia lei stessa a chiederglielo.

Alla festa per il matrimonio di Joffrey, Tyrion litiga con il nipote e questi, poco dopo viene ucciso. Tyrion viene accusato di essere l’assassino e sotto ordine di Cersei, viene arrestato. Di nuovo, viene sottoposto ad un processo per un crimine che non ha commesso. Tyrion opta, anche questa volta, per un processo per singolar tenzone dopo che il Principe Oberyn Martell lo visita nella sua cella e si offre di essere il suo campione. Durante il processo, Oberyn Martell combatte contro Gregor Clegane ma non riesce a vincere, sebbene ferisca mortalmente l’avversario. La morte di Oberyn condanna Tyrion, ma la notte precedente all’esecuzione, viene liberato dal fratello Jaime e da Varys. Prima di lasciare la Fortezza Rossa, Tyrion visita le camere di suo padre e trova Shae nel suo letto. La strangola e poi affronta suo padre chiedendogli che fine abbia fatto Tysha e Tywin risponde “dove vanno le puttane”. Tyrion uccide suo padre e scappa.

Tyrion e Jorah giungono al cospetto di Daenerys, che è sospettosa riguardo alla vera identità del Folletto. Tyrion prova a convincerla raccontandole di tutti i suoi omicidi e chiedendole poi di poter essere il suo consigliere. Dany continua a mettere alla prova il nano, chiedendogli cosa avrebbe dovuto fare di ser Jorah. Tyrion le spiega che il cavaliere le è molto devoto e che la ha tradita solo per paura di dirle ciò che accadeva veramente. Afferma inoltre che Mormont è cambiato e che ha disobbedito al bando da Meereen solo per poterglielo dimostrare. Daenerys decide allora di non giustiziare un uomo che le è devoto, ma caccia ugualmente Jorah dalla città. Il cavaliere torna allora da Yezzan, dove gli chiede di poter tornare a giocare nelle Fosse di Combattimento. Più tardi, Tyrion e Daenerys discutono delle azioni dei rispettivi padri. Il Folletto prova a convincere Dany a non attaccare Westeros, ma di governare le terre conquistate a Essos. La donna spiega che niente riuscirà a fermarla e nomina Tyrion suo consigliere e successivamente, dopo la riappacificazione di Meereen, Primo Cavaliere della Regina.

Biografia

All'età di 13 anni, durante la falsa primavera, Tyrion e il fratello Jaime, sulla strada del ritorno da Lannisport, incontrano una ragazza inseguita da due uomini: i due corrono in soccorso della ragazza e, mentre il fratello insegue gli aggressori in fuga, Tyrion soccorre la ragazza, di circa un anno più grande; successivamente la porta in una locanda vicina, ove la rifocilla. La ragazza, di nome Tysha, è una popolana orfana, e i due, a causa anche del vino, finiscono a letto insieme, entrambi per la prima volta. Tysha, durante la loro prima notte passata insieme, gli canta una canzone di Myr, Le stagioni del mio amore, che Tyrion non riuscirà mai più a dimenticare. Tyrion, ubriaco, se ne innamora immediatamente; paga un septon e di lì a poco la sposa, nascondendo però tutta la faccenda al padre. Quando lord Tywin scopre il matrimonio tra il figlio e la popolana, costringe Jaime a confessare la verità: il fratello maggiore, infatti, pensando che fosse giunto il tempo che Tyrion diventasse uomo, aveva pagato la ragazza, una meretrice, affinché giacesse con lui, insieme ai finti aggressori per organizzare una montatura credibile. Per impartire una dura lezione al figlio Tywin fece possedere la ragazza dalle sue guardie, facendole consegnare un cervo d'argento da ogni uomo; Tyrion fu costretto ad assistere a tutta la scena e a essere l'ultimo uomo ad avere la ragazza, pagandola con un dragone d'oro perché, come gli disse suo padre, un Lannister vale di più. Tyrion innamoratosi veramente della ragazza rimarrà per sempre traumatizzato da questo evento.

A dieci giorni dal suo sedicesimo compleanno, che nei Sette Regni rappresenta l'ingresso di un uomo nell'età adulta, chiese al padre di poter visitare le nove città libere, così come avevano fatto in precedenza i suoi zii. Il lord di Castel Granito gli rispose che era libero di andare a condizione che si fosse pagato lui stesso il viaggio e che non facesse più ritorno. Tyrion rimase e fu costretto dal padre a pulire tutti gli scarichi e le cisterne di Castel Granito. Quando la sorella Cersei sposa Robert Baratheon, Tyrion si reca ad Approdo del Re con il preciso intento di vedere i teschi dei draghi Targaryen che Robert aveva tolto dalla sala del trono ed accantonati nei sotterranei della Fortezza Rossa. Per il 23º compleanno riceve in regalo dal fratello Jaime un cavallo.


Prima Stagione

Tyrion, si reca a Grande Inverno insieme ai fratelli Cersei e Jaime e gran parte della Corte di approdo del Re. Lì conosce Jon Snow, insieme al quale si reca a Nord, presso la Barriera. Il Folletto fa amicizia con il ragazzo e gli dà ottimi consigli su come affrontare la sua condizione di bastardo. Al Castello Nero il lord comandante Jeor Mormont gli chiede di intercedere presso sua sorella, il re ed il lord suo padre, affinché mandino aiuti alla confraternita in nero in quanto ormai scesa sotto le mille unità e non in grado di sorvegliare le centinaia di miglia che costituiscono la Barriera. Lungo il viaggio di ritorno, passa da Grande Inverno e consegna a maestro Luwin il progetto, da lui stesso ideato, di una sella speciale per Bran Stark, recentemente rimasto storpio dopo una caduta e rimasto vittima di un tentato omicidio, mentre giaceva incosciente dopo l'incidente. Tyrion fa questo per mantenere la promessa fatta a Jon Snow di aiutare in qualche modo il fratellastro.

Durante il prosieguo del suo viaggio verso sud, Tyrion si ferma alla locanda di Masha Heddl ove incontra casualmente Catelyn Stark che stava facendo ritorno a Grande Inverno dal viaggio effettuato in incognito ad Approdo del Re ove aveva appreso da Petyr Baelish che il proprietario della daga di acciaio di Valyria che aveva armato la mano del sicario inviato ad assassinare il figlio Bran, era proprio Tyrion. All'interno della locanda lady Stark accusa Tyrion del tentato omicidio di Bran e con abili parole riesce a portar dalla sua parte gli avventori della locanda ed a far suo prigioniero il Folletto che si dichiara completamente estraneo alla vicenda. Contrariamente a quanto Catelyn dichiara nella locanda, lei e la sua scorta, invece di dirigersi verso nord a Grande Inverno, prendono la strada delle montagne in direzione di Nido dell'Aquila per raggiungere la sorella Lysa. Durante il faticoso viaggio per le Montagne della Luna, vengono attaccati da membri dei Clan delle Montagne e poco prima dello scontro, vista la situazione di netta inferiorità numerica, Tyrion chiede a Catelyn Stark di armare lui e la sua scorta. Dopo qualche attimo di perplessità e valutata la situazione Catelyn acconsente alla richiesta. Tale gesto risulta provvidenziale, infatti Tyrion salva la vita proprio a lady Stark lanciandosi all'attacco di tre selvaggi che la circondavano. Questo combattimento rappresenta per Tyrion il primo scontro armato a cui partecipa nella sua vita. La battaglia è cruenta, ma vittoriosa.

Dopo lo scontro Tyrion, chiarisce a Catelyn Stark che ciò che Petyr Baelish le ha detto circa la proprietà della daga è una menzogna e la informa inoltre dei pettegolezzi di corte, messi in giro dallo stesso Ditocorto, secondo cui lei avrebbe perso la sua verginità a Delta delle Acque proprio con lui. Durante il viaggio, Tyrion stringe amicizia con Bronn, uno dei mercenari facenti parte della scorta di lady Catelyn. A Nido dell'Aquila, Lysa lo processa per il tentato omicidio di suo nipote e per l’assassinio di suo marito Jon Arryn, sebbene egli sia innocente per entrambi i crimini. Per costringerlo a confessare, Lysa lo rinchiude nelle Celle di Cielo. Tyrion riesce a corrompere il suo carceriere Mord affinché riferisca a Lysa che è pronto a confessare. Ma, una volta al cospetto di lady Lysa, Tyrion chiede di essere giudicato con un processo per singolar tenzone. Bronn, intuendo le potenzialità di guadagno dello schierarsi dalla parte di Tyrion, si offre come suo campione e, uccidendo Ser Vardis Egen, assicura al Folletto la libertà. I due uomini lasciano Nido dell’Aquila e durante la via del ritorno, vengono circondati dal Clan delle Montagne guidato da Shagga. Tyrion usa a suo favore l’intelletto e le parole per conquistare il clan promettendogli armi, armature e gloria. Il clan arriva alla fine all'accampamento Lannister guidato da Tywin Lannister che a seguito della cattura di Tyrion, aveva invaso le Terre dei Fiumi.

Lord Tywin decide di far combattere Tyrion e i suoi uomini nell'imminente battaglia contro le forze degli Stark e dà a Tyrion nuovi servi tra cui un nuovo scudiero, Podrick Payne. Quella stessa notte, Tyrion manda Bronn a cercargli compagnia femminile e il mercenario gli porta una giovane prostituta di nome Shae. La ragazza piace fin dall'inizio a Tyrion che la prende al suo servizio. Il giorno seguente, combatte nella Battaglia della Forca Verde contro l’esercito degli Stark guidato da Roose Bolton. Vincono la battaglia sebbene scopriranno solo in seguito che la battaglia non era altro che un diversivo. Nel frattempo l’esercito Lannister guidato da Jaime Lannister è stato sconfitto a Delta delle Acque e Jaime viene catturato.

Seconda Stagione

Lord Tywin si ritira a Harrenhal e invia Tyrion ad Approdo del Re affinché ricopra il ruolo di Primo Cavaliere del Re in sua assenza, per evitare che il nuovo e giovane re Joffrey Baratheon commetta altri errori come l’esecuzione di Eddard Stark. Vieta a Tyrion di portare con sé Shae, ma questi la porta via in segreto. Tyrion prende alloggio nella Torre del Primo Cavaliere e per prima cosa rimuove dalle mura della Fortezza Rossa, la testa esposta di Eddard Stark. Tyrion si allea con Varys che lo aiuta a sostituire Janos Slynt con Ser Jacelyn Bywater come Comandante della Guardia Cittadina e manda alla Barriera Slynt e alcuni dei suoi uomini. Subito dopo, si concentra a eliminare dal Concilio Ristretto l’informatore di sua sorella. Rivela a Petyr Baelish, Varys e a Pycelle un piano differente sulle sue intenzioni future riguardanti Tommen e Myrcella. Quando Cersei lo affronta e parla del piano che Tyrion aveva comunicato a Pycelle, Tyrion capisce che è lui l’informatore segreto di sua sorella. Il vero piano che Tyrion ha per Myrcella è quello di inviarla a Dorne affinché venga promessa sposa al Principe Trystane Martell. Per assicurarsi un’ulteriore alleanza con i dorniani, Tyrion offre a Doran Martell un seggio nel Concilio Ristretto e promette di consegnargli gli uomini responsabili dell’assassinio di sua sorella Elia. Per aver riferito a Cersei il piano, Pycelle viene incarcerato.

Nel frattempo prepara le difese della città per l'imminente arrivo della flotta di Stannis Baratheon. Comanda i maniscalchi della città di iniziare a costruire un’enorme catena che gli permetterà di chiudere Le Rapide Nere. Ordina anche al piromante Hallyne dell’Ordine degli Alchimisti di creare grandi quantità di Altofuoco. Infine invia i suoi uomini del Clan delle Montagne nel Bosco del Re per stanare gli informatori di Stannis. Tyrion fa fatica a contenere le sommosse popolari della capitale, in cui scarseggiano i viveri di prima necessità. Il popolo rumoreggia inoltre contro sua sorella Cersei, accusandola (non a torto) di aver avuto una relazione incestuosa con suo fratello Jaime, contro re Joffrey, accusato di non essere il sovrano di diritto, e contro lo stesso Tyrion per essere il suo primo consigliere.

Quando Approdo del Re viene assaltata dalle forze di Stannis Baratheon, nel Golfo delle Acque Nere la flotta nemica viene decimata grazie all'altofuoco del Folletto, mentre via terra è l'esercito di Stannis ad avere la meglio. Tyrion viene ferito gravemente e perde i sensi; al suo risveglio scopre che la battaglia è stata vinta grazie all'arrivo di suo padre Tywin, corso in salvo alla capitale, mentre egli è rimasto sfregiato al volto.

Terza Stagione

Lady Olenna viene invitata da Tyrion nelle sue stanze per parlare delle spese del matrimonio reale tra Margaery e Joffrey. Alla fine i due trovano un accordo: i Tyrell e i Lannister si divideranno le spese nuziali. Lord Tywin Lannister ha un colloquio con i figli Cersei e Tyrion. Dopo che il Folletto informa suo padre dei dettagli delle spese delle nozze reali, il Primo Cavaliere illustra i suoi nuovi piani per sventare quelli dei Tyrell: ordina a Tyrion di prendere in sposa Sansa e a Cersei di sposare Loras. Il Folletto si reca nelle stanze di Sansa e informa la ragazza che sarà sposata a lui e non a Ser Loras. Nelle stanze di Lord Tyrion, Shae dice al Folletto che quando lui sarà sposato con Sansa, lei non avrà intenzione di dividere il letto con la Stark e che quindi la loro relazione finirà.

Tyrion visita la sua promessa sposa Sansa e cerca di alleviare la sua apprensione di fronte alla prospettiva di diventare sua moglie. Inizia la cerimonia e Sansa viene accompagnata lungo la navata da Re Joffrey. Quest'ultimo, nel tentativo di mettere in difficoltà lo zio, gli impedisce di usare una scaletta per avvolgere la sposa nel mantello nuziale e così il Folletto è costretto a chiedere umilmente a Sansa di abbassarsi. Quella sera, alla festa di nozze, Tyrion si ubriaca e diventa irritante sia per Sansa che per Tywin, il quale consiglia al figlio di smettere di bere e gli ordina di concepire un figlio con la sua nuova moglie. Joffrey, dopo aver minacciato di violentare Sansa, annuncia la cerimonia della messa a letto degli sposi, ma il suo piano viene sventato quando Tyrion minaccia di castrare il re. Tywin cerca di risolvere la situazione e gli sposi si dirigono da soli verso la stanza da letto. Sebbene suo padre gli abbia ordinato di consumare il suo matrimonio, il Folletto dice a Sansa che non condividerà il suo letto finché lei non desidererà farlo.

Tyrion e Sansa passeggiano nei giardini e parlano di come affrontare i pettegolezzi della gente riguardo al loro matrimonio. Poco dopo, Podrick Payne informa il Folletto che è stata convocata una riunione del Concilio Ristretto e così Tyrion si dirige alla Torre del Primo Cavaliere, dove ad aspettarlo vi sono Tywin, Cersei, Joffrey, Varys e Pycelle. Tyrion viene a sapere che Robb e Catelyn Stark sono stati uccisi durante le Nozze Rosse e che Joffrey intende far pesare questo avvenimento a Sansa, cosa a cui risponde irritando il re. Interviene Tywin che, dopo essere stato gravemente insultato dal re, lo rimanda "gentilmente" nelle sue stanze. Rimasti soli, Tywin informa Tyrion che Lord Roose Bolton è stato nominato Protettore del Nord fino a quando il figlio di Sansa e di Tyrion non avrà l'età per diventare lord di Grande Inverno. A tale proposito Tywin ricorda a suo figlio che deve ancora consumare il matrimonio. Successivamente, arrivato da Sansa per informarla della morte di suo fratello e di sua madre, Tyrion trova la ragazza in lacrime comprendendo che ne è già venuta a conoscenza.

Quarta Stagione

Durante le nozze di suo nipote Joffrey e lady Margaery Tyrell, Tyrion subisce diverse umiliazioni, a cominciare dalla messa in scena di un duello tra Joffrey e Robb Stark interpretato da due nani. Concluso lo spettacolo, Joffrey cerca di mettere ulteriormente in ridicolo Tyrion costringendolo a servirlo come coppiere. All'ultimo sorso di vino, tuttavia, Joffrey muore avvelenato. Il Folletto viene così accusato di aver assassinato il re e viene incarcerato nella Fortezza Rossa. Al processo sua sorella Cersei porta numerosi testimoni che accusano Tyrion di regicidio, tra i quali anche la sua fidata Shae. L'unica che potrebbe parlare a suo favore, sua moglie Sansa, è invece misteriosamente scomparsa dopo l'accaduto. Il Folletto chiede dunque un processo per singolar tenzone, avendo saputo che il principe di Dorne, Oberyn Martell, detto "La Vipera Rossa", avrebbe combattuto per lui. Oberyn riesce a colpire mortalmente il suo avversario, Gregor Clegane, ma viene comunque ucciso prima della fine del duello.

Imprigionato nelle "celle oscure" della Fortezza Rossa, il giorno prima di subire la pena di morte viene liberato da suo fratello Jaime, da poco tornato ad Approdo del Re. Questi gli rivela di avergli mentito riguardo a Tysha, la sua prima moglie: non era in realtà una prostituta e non era stata pagata dal Lannister per sposare il Folletto. Tyrion, infuriato da quelle parole, rivela quindi a Jaime che la sorella Cersei, con cui quest'ultimo ha un rapporto incestuoso, durante la sua prigionia a Delta delle Acque, lo ha tradito con vari uomini e gli fa inoltre credere di aver veramente assassinato Joffrey, sperando di ferirlo ulteriormente, dato che Joffrey era in realtà frutto dell'incesto tra Jaime e Cersei. Jaime affida il folletto a Varys che lo guida per i tunnel segreti della Fortezza Rossa, ma Tyrion, durante la fuga, riconosce un tratto dei passaggi segreti che gli aveva descritto Shae durante uno dei loro incontri. Tyrion si accorge quindi di essere sotto la Torre del Primo Cavaliere e, dopo essersi fatto spiegare dal Ragno Tessitore la strada per raggiungere la camera da letto di Lord Tywin, penetra nei suoi alloggi dove, con sua sorpresa, trova Shae nuda nel letto di suo padre. Tyrion strangola prima Shae e poi con un dardo di balestra uccide suo padre nella latrina degli alloggi.

Quinta Stagione

Tyrion viene guidato da Varys attraverso i meandri delle Fortezza Rossa sino a sbucare da un'uscita nei pressi delle Acque Nere, successivamente si imbarca su una nave che lo porta a Pentos e prima di essere sbarcato viene infilato in una botte per celare il suo arrivo ad occhi indiscreti: la regina Cersei infatti ha messo una taglia sulla sua testa e la promessa del titolo di lord a chiunque gliel'avesse portata. Tyrion viene quindi portato all'interno della casa del magistro Illyrio Mopatis che gli parla di Daenerys Targaryen e dei suoi draghi, fino a convincerlo a raggiungerla ed unirsi alla sua causa per la riconquista dei Sette Regni. Tyrion, allettato anche dalla prospettiva di vendetta nei confronti di Cersei e Jaime, intraprende un viaggio alla volta di Volantis dove, secondo magistro Illyrio sarebbe dovuta giungere la Madre dei Draghi una volta lasciata la città di Meeren. La prima parte del viaggio viene fatta unitamente al principe mercante, poi quest'ultimo lo lascia a due cavalieri della Compagnia d'oro, Haldon e ser Rolly Duckfield, ad un giorno di cavallo da Ghoyan Drohe. Al gruppo si aggiungono anche due tyroshi: Griff e il figlio adottivo, Griff il Giovane. Entrambi hanno i capelli tinti di blu, secondo la tradizione di Tyrosh. In seguito a un attacco da parte degli Uomini di Pietra, Griff salva la vita a Tyrion, che stava annegando dopo essere stato buttato nel fiume.

Col passare del tempo, Tyrion inizia a comprendere la vera identità dei due Griff, i quali non sono tyroshi, ma sono bensì ser Jon Connington, ex Primo Cavaliere del re Folle, ed Aegon VI, figlio di Rhaegar Targaryen, creduto morto per diversi anni; viene a sapere infatti che durante il sacco di Approdo del Re, Varys sostituì il principe con un altro infante prima che ser Gregor Clegane lo uccidesse, e diede il vero Aegon a Jon Connington affinché lo portasse al sicuro. Tyrion convince il ragazzo ad invadere i Sette Regni invece di andare incontro a sua zia Daenerys nella Baia degli Schiavisti, in modo da poter avvicinarsi di un passo alla sua vendetta personale verso Cersei. Prima di mettere in pratica tale piano però, Tyrion viene rapito in una taverna da ser Jorah Mormont, intenzionato a consegnarlo alla regina dei draghi per poter ripulire una volta per tutte il suo nome.

Jorah porta Tyrion dalla Vedova del Lungofiume per cercare di rimediare un passaggio e lasciare Volantis. Lì Tyrion incontra una ragazza, anch’essa nana, di nome Penny, la quale è una dei due nani che si erano esibiti durante il matrimonio di Joffrey e Margaery. Dopo aver scoperto che Tyrion è indirettamente responsabile per la morte di suo fratello Oppo, Penny prova a ucciderlo, senza riuscirci. Penny si unisce a loro nel viaggio fino a Mereen e diventa infine amica di Tyrion. A bordo della Salaesori Whoran, Tyrion conosce Moqorro, un inquietante prete rosso. Una notte gli chiede cosa vede nelle fiamme e questi risponde di vedere draghi, aggiungendo: “Draghi vecchi e draghi giovani, veri e falsi, della luce e delle tenebre. E vedo te, un piccolo uomo con una grande ombra, ringhiare in mezzo a tutto questo.” Tuttavia, poco dopo, Tyrion, Penny e Mormont vengono catturati dagli schiavisti Yunkai e comprati da Yezzan zo Qaggaz.

Tyrion e Penny sono obbligati ad inscenare nell'arena di Meereen uno spettacolo simile a quello realizzato da Penny e Oppo al matrimonio di Joffrey, senza essere a conoscenza che, al termine dello spettacolo, dei leoni saranno liberati nell'arena, affinché i due nani vengano divorati per il divertimento del pubblico. Lo spettacolo era stato organizzato in onore di Daenerys Targaryen, la quale, quando viene a conoscenza del loro destino, impedisce la liberazione dei leoni. In seguito alla morte per malattia di Yezzan zo Qaggaz, il trio scappa e, grazie a Tyrion, si uniscono alla compagnia mercenaria dei Secondi Figli, sotto il comando di Ben Plumm il Marrone, il quale chiede in cambio la ricchezza di Castel Granito. Sebbene i Secondi Figli siano schierati contro Daenerys, Tyrion spera di poterli portare alla causa della ragazza.

Tyrion e Jorah giungono al cospetto di Daenerys, che è sospettosa riguardo alla vera identità del Folletto. Tyrion prova a convincerla raccontandole di tutti i suoi omicidi e chiedendole poi di poter essere il suo consigliere. Dany continua a mettere alla prova il nano, chiedendogli cosa avrebbe dovuto fare di ser Jorah. Tyrion le spiega che il cavaliere le è molto devoto e che la ha tradita solo per paura di dirle ciò che accadeva veramente. Afferma inoltre che Mormont è cambiato e che ha disobbedito al bando da Meereen solo per poterglielo dimostrare. Daenerys decide allora di non giustiziare un uomo che le è devoto, ma caccia ugualmente Jorah dalla città. Il cavaliere torna allora da Yezzan, dove gli chiede di poter tornare a giocare nelle Fosse di Combattimento. Più tardi, Tyrion e Daenerys discutono delle azioni dei rispettivi padri. Il Folletto prova a convincere Dany a non attaccare Westeros, ma di governare le terre conquistate a Essos. La donna spiega che niente riuscirà a fermarla e nomina Tyrion suo consigliere

Sesta Stagione

A Meereen, Tyrion e Varys passeggiano per le strade della città cercando di ambientarsi e di conoscere il popolo meereenense. Poco dopo una serie di grida attira la loro attenzione: i due salgono sulle mura della città e assistono alla distruzione della flotta della città. Tyrion decide di liberare i draghi Rhaegal e Viserion dai loro collari d'acciaio e si reca dunque nelle catacombe con Varys. Il Folletto riesce nel suo intento parlando spontaneamente con le creature, sostenendo che da piccolo, aveva sempre segnato di potere vedere un drago un giorno, si sarebbe accontentato di poterne vedere persino uno piccolo, come lui.

Varys scopre che i finanziatori dei Figli dell'Arpia sono i Buoni Padroni di Astapor e i Saggi Padroni di Yunkai e lo comunica a Tyrion, Missandei e Verme Grigio. Tyrion incontra i rappresentanti degli schiavisti di Astapor, Yunkai e Volantis, e propone loro di abolire la schiavitù gradualmente, in un periodo di sette anni. I due schiavi liberati Missandei e Verme Grigio sono però contrari. Visti gli scarsi progressi in seguito alle riforme contro schiavitù, Tyrion e Varys stringono un'alleanza con la somma sacerdotessa del culto del Signore della Luce, Kinvara, la quale crede fermamente che Daenerys sia "il principe che fu promesso". A Meereen, Tyrion accompagna Lord Varys al porto, da dove il Ragno Tessitore parte per una missione segreta; poco dopo, mentre il Folletto si diletta in compagnia di Missandei e Verme Grigio, la città viene attaccata dalle navi schiaviste. La sera stessa, mentre i tre pensano ad un piano per difendere la Grande Piramide, qualcosa scuote l'intera struttura; tutti si dirigono verso la terrazza per vedere cos'è stato, quando una persona entra nella sala: Daenerys, tornata a Meereen a cavallo di Drogon.

A Meereen, Daenerys affronta Tyrion, ritenendolo in parte colpevole dell'assedio che stanno subendo, ma il nano riesce a giustificarsi, avendo agito solo per il bene della città. Daenerys vorrebbe massacrare tutti i padroni degli schiavi per l'affronto subito, ma Tyrion riesce a farla desistere, rammentandole la pazzia di suo padre. La regina così incontra pacificamente i tre padroni degli schiavi con cui Tyrion aveva stretto l'accordo, per negoziare i termini della resa. Quando questi rifiutano, Daenerys, proclamatosi unica vera regina, brucia una delle navi degli schiavisti con i suoi tre draghi. Mentre la cavalleria dei Dothraki, guidata da Daario Naharis, travolge i Figli dell'Arpia che stanno massacrando i cittadini, Tyrion fa uccidere due dei tre padroni degli schiavi da Verme Grigio e lascia il terzo in vita, come monito per chi prova a contrastare Daenerys. Dopo la battaglia, Daenerys incontra e accetta la sottomissione di Theon e Yara Greyjoy, che le offrono cento navi in cambio del riconoscimento di Yara come regina delle Isole di Ferro, riuscendo così ad anticipare Euron. La regina, convinta da Tyrion, sembra apprezzare la risolutezza di Yara.

Daenerys incontra Tyrion e lo nomina Primo Cavaliere della Regina. Daenerys e il suo seguito salpano quindi verso il Continente Occidentale col suo esercito di Immacolati e Dothraki su un'immensa flotta d'invasione comprendente le navi degli schiavisti, dei Martell, dei Tyrell e dei Greyjoy, mentre i suoi draghi volano nel cielo.

Settima Stagione

Daenerys accompagnata dai suoi fedeli consiglieri Tyrion Lannister, Varys, Missandei e Verme Grigio, approda sulle coste dell'isola di Roccia del Drago, dimora storica della sua famiglia. Grazie all'aiuto dei suoi Immacolati, rimuove i vessilli di Stannis Baratheon. La Madre dei draghi è pronta a sferrare la sua offensiva al Continente Occidentale.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale