FANDOM


Tommen Baratheon è conosciuto nei Sette Regni in quanto figlio più piccolo di Robert Baratheon e Cersei Lannister. Membro della Casa Baratheon di Approdo del Re, i suoi fratelli sono il principe Joffrey e la principessa Myrcella. Fisicamente è paffuto, e ha i capelli di un biondo molto chiaro. All’inizio della saga ha sette anni e, a differenza di Joffrey, è considerato un ragazzino di animo buono, che cerca sempre di dare il meglio di sé. Nonostante non abbia la determinazione del fratello maggiore, molti altri personaggi (fatta eccezione per sua madre), pensano che sarebbe un sovrano decisamente migliore di Joffrey.

Tommen viene incoronato dopo la morte di Joffrey e sposa Margaery Tyrell al suo posto. È un bimbo fin troppo ubbidiente e viene costantemente manipolato da sua madre Cersei, che è spesso contrariata dalla natura mite e arrendevole del figlio, che spesso paragona con disapprovazione all'ostinato fratello maggiore. La sua docilità comunque lo conduce a venire influenzato anche dalla moglie, l'astuta Margaery Tyrell, che lo induce a resistere sempre di più ai comandi della madre. Uno dei suoi passatempi preferiti di Tommen è apporre il sigillo reale sui documenti che gli vengono presentati.

Poco dopo però, in un piano organizzato da Cersei Lannister, le riserve segrete di Altofuoco della città esplodono, causando la distruzione del Grande Tempio e la morte di tutti i presenti, compresi l'Alto Passero, Mace, Margaery e Loras Tyrell, e Kevan Lannister. Tommen osserva il disastro dall'alto delle sue stanze nella Fortezza Rossa e, informato delle vittime, si toglie la vita buttandosi da una finestra.

Biografia

Prima Stagione

Tommen fa parte del seguito di Re Robert nel viaggio che li conduce a Grande Inverno dopo la morte di Jon Arryn. Lì, Tommen e Bran Stark si allenano duellando con delle spade di legno. Lord Eddard Stark scopre che Tommen e i suoi fratelli non sono figli di Robert, bensì del gemello della Regina Cersei, Jaime Lannister. Tommen è presente quando Eddard viene arrestato nella sala del trono.

Seconda Stagione

Poiché gli eserciti all’esterno e le rivolte all’interno di Approdo del Re lo stanno rendendo un luogo sempre meno sicuro, Cersei trama di allontanare di nascosto Tommen dalla Capitale, facendogli raggiungere Rosby, dove sarebbe stato sotto la protezione di Lord Gyles Rosby, che lo avrebbe fatto passare per un paggio. Ma lo zio di Tommen, Tyrion Lannister, al momento Primo Cavaliere del Re, viene a conoscenza del piano di Cersei e invia Jacelyn Bywater a fermare il gruppo sulla strada per Rosby, e lui stesso porta Tommen a Rosby, però al servizio di Tyrion e non di Cersei. Tyrion, in seguito, minaccia che ogni violenza fisica che verrà inflitta ad Alayaya, una prostituta che viene scambiata per l’amante di Tyrion e arrestata per ordine della regina, verrà inflitta anche a Tommen. Il cavaliere della Guardia Reale che non impedisce a Baywater di prendere in custodia Tommen, Ser Boros Blount, viene privato del suo mantello bianco. Dopo che Baywater viene ucciso nella Battaglia delle Acque Nere, Cersei riesce a far sì che Tommen torni al suo fianco ad Approdo del Re, grazie ai fratelli Kettleblack.

Quarta Stagione

Ad Approdo del Re, Tommen Baratheon viene incoronato re dall'Alto Septon nella sala del Trono. Durante gli omaggi, Cersei parla della natura di Joffrey e di quanto Tommen meriti il Trono di Spade con Margaery Tyrell. Nelle stanze del Primo Cavaliere, Tywin e Cersei decidono che il matrimonio reale con Margaery avverrà due settimane dopo l'incoronazione.

Tommen viene incoronato re dopo la morte di Joffrey, e per lui viene deciso che sposerà Margaery Tyrell al posto di Joffrey. Dopo la morte di Tywin Lannister, con sua madre che ricopre il ruolo di Regina Reggente, Tommen agisce come un re, e la sua attività principale, nonché quella da lui preferita, consiste nell’apporre il suo sigillo reale su qualunque documento gli venga messo davanti. Cersei è contrariata rispetto alla natura mite e arrendevole del figlio, che spesso paragona con disapprovazione all’ostinato e caparbio fratello maggiore, Joffrey. Inoltre, dopo le sue nozze con Tommen, Margaery comincia a persuadere il marito a opporsi agli ordini della madre. Gli regala tre gattini neri, Ser Pounce, Lady Whiskers, e Stivali. Tommen comincia anche a interessarsi alle giostre e al cavalierato, e reagisce con rabbia quando Cersei si rifiuta di assecondare il suo ordine di nominare Ser Loras Tyrell, al momento nella Guardia Reale, suo maestro d’armi. Ironicamente, quando Cersei maltratta Margaery e Tommen si ribella mostrando un comportamento deciso, Cersei ordina alla cappa bianca Ser Boros Blount di forzare Tommen a colpire Pate, un ragazzo usato come capro espiatorio, fino al punto di fargli sanguinare entrame le guance.

Quinta Stagione

Ad Approdo del Re, Tommen Baratheon e Margaery Tyrell si sposano nel Tempio di Baelor e, successivamente, consumano il matrimonio. Margaery riesce a manipolare facilmente la mente di Tommen, il quale chiede a Cersei di ritornare a Castel Granito. La Regina Madre rifiuta e si reca nelle stanze di Margaery, dove ricorda alla nuora di non esitare a chiederle qualunque cosa dovesse servirle. Cersei, ora privata dei suoi poteri di Regina Reggente, si trova a non poter intervenire direttamente sul controllo che Margaery ha sul re.

Cersei convoca l'Alto Passero per nominarlo Alto Septon. Cersei dona inoltre ai Passeri un esercito: il Credo Militante. La confraternita dei Passeri prende dunque il sopravvento nella città, aggredendo e catturando coloro che ritengono "peccatori". Dopo aver attaccato il bordello di Lord Baelish, i Passeri catturano anche Loras Tyrell, il quale viene accusato di aver violato le leggi degli dei e degli uomini fornicando con vari uomini al di fuori del matrimonio e viene rinchiuso nelle celle del Tempio di Baelor. Il fatto scatena la furia di Margaery Tyrell, che esige che suo marito, re Tommen, ordini di liberare suo fratello immediatamente. La donna accusa Cersei di aver dato l'ordine di cattura per vendicarsi. Tommen si reca allora dalla madre per chiederle di liberare Loras. La regina afferma di non aver dato lei l'ordine di cattura e così Tommen si reca direttamente al Tempio di Baelor per parlare con l'Alto Passero. L'accesso gli viene però negato da alcuni Passeri e allora il re decide di non ricorrere alla violenza e di tornare alla Fortezza Rossa.

Il Credo Militante arresta Ser Loras in attesa del processo a suo carico e, insieme a lui, viene trattenuta anche la Regina Margaery, accusata di aver giurato il falso al cospetto degli Dei. Cersei chiede chiarimenti sullo svolgimento del processo. L'uomo le dice che la seduta verrà presidiata da Sette Septon, i quali, nel caso i prigionieri confessassero prima del processo, potrebbero concedere loro la misericordia della Madre. Successivamente, l'Alto Septon comunica a Cersei che un ragazzo è venuto a confessare di essere stato condotto a compiere atti impuri proprio dalla regina. Lancel Lannister entra nella stanza e Cersei cerca invano di fuggire, venendo gettata in cella dal Credo Militante.

In seguito all’arresto di Cersei per tradimento e adulterio, Tommen continua a eseguire gli ordini del Concilio Ristretto. Tommen è tenuto nascosto e al sicuro nella Fortezza Rossa mentre la madre completa il suo cammino di penitenza, poichè il suo prozio Kevan Lannister, al momento Lord Reggente, crede che nessun figlio dovrebbe vedere la propria madre in quello stato. Appena viene rilasciata, Tommen cena con sua madre e con il prozio, il quale viene intrattenuto dal giovane re con il racconto delle gesta dei suoi gattini; in quel momento Kevan pensa che Tommen sia un ragazzo estremamente dolce.

Sesta Stagione

Ad Approdo del Re, Re Tommen impedisce a Cersei di assistere al funerale di Myrcella, temendo che il Culto Militante possa farla nuovamente prigioniera. Dinanzi al corpo della sorella, dopo aver ammesso di essere stato un debole in occasione dell'imprigionamento dei suoi familiari, il re viene intimato da Ser Jaime a parlare con sua madre. Successivamente Re Tommen visita l'Alto Passero e ha un duro confronto con lui.

L'Alto Passero concede a Tommen il permesso di parlare con la moglie Margaery, la quale sembra, almeno in apparenza, aver trovato la fede e aver preso una via più penitente. Più tardi, Jaime Lannister, accompagnato da Mace Tyrell ed il suo esercito, impedisce all'Alto Passero di dare inizio alla camminata della vergogna della regina, arrivando a minacciarlo di uccidere tutti i Passeri presenti se non la avesse lasciata andare. Tuttavia, il religioso rivela che i peccati di Margaery sono già stati espiati e mostra il marito Tommen come nuovo "adepto" della Fede. In seguito, Tommen invia Jaime a riconquistare Delta delle Acque.

Poco dopo, nella sala del trono, Cersei assiste a un discorso tenuto da re Tommen, il quale proclama banditi i processi per singolar tenzone: la donna è così costretta a dover essere giudicata da sette septon per ottenere l'assoluzione dei propri peccati e non potrà più far affidamento sulla Montagna. Ad Approdo del Re ha inizio il processo a Ser Loras e Cersei presso il Tempio di Baelor. Il giovane Tyrell confessa i suoi peccati e sceglie di unirsi ai Passeri per espiarli. Cersei e Tommen non si presentano, così Lancel Lannister viene incaricato di scortarli al Tempio mentre il resto del pubblico rimane in attesa del suo ritorno. Lungo la strada, nota un bambino che si dirige verso le catacombe al di sotto del Tempio. Lancel lo segue e lì scopre un immenso deposito di casse contenenti Altofuoco, ma viene pugnalato alle spalle dal bambino e impossibilitato a camminare. Nonostante Lancel, debilitato, tenti di scongiurare la catastrofe, l'Altofuoco esplode, causando la distruzione del Grande Tempio e la morte di tutti i presenti, compresi Kevan Lannister, l'Alto Passero, Mace Tyrell e i suoi figli Margaery e Loras. Nel frattempo, gli Uccelletti di Qyburn assassinano il Gran Maestro Pycelle. Tommen osserva il disastro dall'alto delle sue stanze nella Fortezza Rossa e, informato delle vittime, si toglie la vita buttandosi da una finestra. Più tardi, Cersei fa visita a septa Unella, precedentemente catturata e portata nelle segrete, e la affida a Ser Gregor come vendetta. Venuta a sapere della morte del figlio, ordina che il suo corpo venga bruciato e le ceneri sparse sopra ciò che rimane del Tempio.

Jaime Lannister ritorna ad Approdo del Re, rimanendo sconvolto dalla visione delle rovine del Tempio ancora fumanti, ed entra nella sala del trono affollata appena in tempo per assistere incredulo alla cerimonia di incoronazione di Cersei a regina dei Sette Regni sul Trono di Spade, con Qyburn come Primo Cavaliere.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale