FANDOM


La Tana del Lupo è un antico castello situato nella città di Porto Bianco, nel Nord del Continente Occidentale. Attualmente adibita a prigione, si presenta come un nero e fatiscente edificio che incombe minaccioso sulle costruzioni circostanti.

Storia

Re Jon Stark fa erigere la Tana del Lupo per difendere la foce del Coltello Bianco dai pirati. Il castello è sede dei figli minori, dei fratelli e dei parenti dei re del Nord. L’edificio, ereditato di generazione in generazione, conosce anche il governo di rami cadetti della Casa Stark. L’esempio più significativo al riguardo è rappresentato dai Greystark, che tengono la Tana del Lupo più a lungo di chiunque altro, per ben cinquecento anni, finché non si uniscono a Forte Terrore nell’insurrezione contro gli Stark di Grande Inverno.

Dopo i Greystark, il castello passa nelle mani di numerosi nuovi padroni. I Flint l’amministrano per un secolo, i Locke per quasi il doppio. Segue il dominio delle case SlateLongHolt e Ashwood, tutte incaricate da Grande Inverno di rendere il fiume sicuro. In un’occasione, i predoni delle Tre Sorelle s’impossessano dell’edificio facendone il proprio punto d’appoggio nel Nord. Nello scontro fra il Nord e la Valle, tuttavia, la Tana del Lupo è cinta d’assedio da Osgood Arryn, “il Vecchio Falco”, e data alle fiamme dal di lui figlio Oswin, il guerriero ricordato come “il Rostro”.

Successivamente, di fronte all’incapacità dell’ormai debole e anziano Edrick Stark di difendere il regno, la Tana del Lupo viene catturata da schiavisti provenienti dalle Stepstones. Un lungo, rigidissimo inverno investe la regione ghiacciando le acque del Coltello Bianco. Gli schiavisti sono accampati nel castello attorno ai loro falò quando il nuovo re del NordBrandon Occhi di Ghiaccio, pronipote di Edrick, sferra un attacco per riprendersi la roccaforte. Gli schiavisti sono denudati e consegnati agli schiavi confinati nelle prigioni, i quali trucidano i propri aguzzini sventrandoli. Le interiora degli uccisi sono appese agli Alberi del Cuore in offerta agli Antichi Dèi, gli dèi dell’inverno.

Circa mille anni prima della Guerra di Conquista, gli Stark cedono la Tana del Lupo ai Manderly, i quali prestano solenne giuramento d’obbedienza alla casata di fronte agli Antichi Dèi come ai Nuovi, ricevendo in cambio eterna protezione da eventuali invasori del territorio che diverrà la città di Porto Bianco. Più tardi, i Manderly fanno costruire per sé una nuova sede, Castello Nuovo, più accogliente della vetusta Tana del Lupo, che assume così la funzione di carcere.

Ser Bartimus, i cui discendenti sono probabilmente fra coloro che hanno appeso le budella degli schiavisti agli Alberi del Cuore, ottiene la Tana del Lupo in dono da Lord Wyman Manderly, che intende in tal modo ringraziarlo per avergli salvato la vita nella Battaglia del Tridente.

Struttura

La cella in cui viene rinchiuso Davos Seaworth è comoda e spaziosa tanto che, forse, in passato, è stata la camera da letto di un signorotto. Dispone di un focolare abbastanza grande da contenere un caldaio e di una vera e propria latrina costruita in un angolo. Il pavimento è di assi imbarcate e scheggiate. Le pareti di solida pietra non lasciano trapelare alcun rumore proveniente dal mondo esterno e l’unica via di accesso e uscita è costituita da una massiccia porta in legno di quercia e ferro. Nelle viscere della fortezza, esistono autentiche segrete, con camere di tortura e umidi pozzi brulicanti di ratti.

Il castello ospita un Parco degli Dèi con un gigantesco Albero del Cuore, i cui spessi rami pallidi premono contro porte e finestre. Superato l’albero-diga, oltre un cancello di ferro arrugginito, dei gradini portano ad un sotterraneo con il soffitto a volta e le pareti incrostate di sale lambite dall’acqua di mare. Proseguendo, s’incontrano sotterranei, celle fetide e, infine, un muro rotante di pietra liscia che immette in uno stretto tunnel terminante con una rampa di scalini che conducono in alto, dentro a Castello Nuovo.

Eventi recenti

La danza dei draghi

Lord Wyman Manderly non accetta la proposta di Lord Davos Seaworth di abbracciare la causa di re Stannis Baratheon e confina l’emissario nella Tana del Lupo, emanando la sua condanna a morte. In seguito, Robett Glover fa uscire Davos dalla sua cella e lo conduce da Lord Manderly attraverso un tunnel che collega l’edificio delle carceri a Castello Nuovo. Qui, Wyman rivela a Davos che la sua reclusione è stata una messinscena e gli affida il compito di ritrovare il piccolo Rickon Stark.

Personale

  • Ser Bartimus, il castellano.
  • Garth, carceriere, boia e torturatore.
  • Therry, un giovane carceriere, figlio di una delle lavandaie.
  • Altre sei guardie
  • Due lavandaie.
  • Un cuoco.