FANDOM


Ser Kevan Lannister era il fratello minore di Lord Tywin Lannister e uno dei suoi ufficiali più leali e fidati negli eserciti dei Lannister durante la Guerra dei Cinque Re.

Dopo la morte di suo fratello per mano di suo nipote Tyrion, Kevan si oppone alla conquista del potere della nipote Cersei come capo del Piccolo Consiglio di suo figlio Re Tommen. Rifiutando la sua nomina da Cersei a Maestro della Guerra, lascia la corte in segno di protesta e torna a Castelgranito.

Quando Cersei viene arrestata con varie accuse dalla Fede Militante, Kevan torna ad Approdo del Re e verrà nominato Mano del Re dal Gran Maestro Pycelle, fino a quando non viene ucciso nella distruzione del Gran Sept di Baelor, organizzato dalla stessa Cersei.

Biografia

Era un noto cavaliere che serviva il suo fratello maggiore lealmente come consigliere ed era rispettato per i suoi consigli saggi e sinceri.

Per molti anni Kevan serve Tywin in qualità di suo più fidato capitano. Una volta, combatte in una mischia ad Approdo del Re, ma viene disarcionato da Thoros di Myr, che spaventa il cavallo con la sua spada fiammeggiante. Nel 274 AA, Kevan si occupa dell'intrattenimento della Principessa di Dorne e dei suoi figli Oberyn Martell ed Elia Martell durante la loro visita a Castel Granito per vedere Lady Joanna Lannister. Sfortunatamente, la visita avviene poco dopo la morte di Lady Joanna e la nascita di Tyrion Lannister. Tywin, in preda al dolore del lutto, lascia a Kevan il compito di intrattenere gli ospiti Dorniani.[3] Kevan potrebbe essere uno degli zii di Cersei disarcionati dal Principe Rhaegar Targaryen in un torneo tenutosi a Lannisport nel 276 AA. Suo nipote Jaime sostiene che, da giovane, fosse un uomo valoroso. Kevan sposa Dorna Swyft, che gli dà quattro figli: Lancel, i gemelli Martyn e Willem, e una femmina, Janei.