Fandom

Il Trono di Spade Wiki

Cersei Lannister

2 342pagine in
questa wiki
Crea nuova pagina
Commenti0 Condividi

Cersei Lannister nasce a Castel Granito nel 266º anno dopo la conquista del Continente Occidentale da parte di Aegon Targaryen; è la primogenita nonché l'unica figlia femmina di Tywin Lannister e sua cugina Joanna Lannister. È la sorella gemella di Jaime e sorella maggiore di Tyrion. Sin da bambina Cersei ha un carattere ribelle e spavaldo. Da sempre è unita a suo fratello Jaime da un amore romantico, fatto che porta la loro madre, informata da una serva di averli colti in flagrante in atteggiamenti promiscui, a tenerli distanti tra loro. Con la nascita del fratello minore Tyrion, Joanna si ammala di febbre puerperale e muore. Ciò causa in Cersei un forte odio nei confronti del fratellino, e inizia a sviluppare il carattere sadico e rancoroso che la caratterizzerà da adulta.

Verso gli undici anni, decide di recarsi in un bosco vicino casa sua dove vive una veggente, Maggy la Rana. La strega profetizza destini nefasti per la fanciulla: rivela infatti che Cersei diventerà regina, avrà tre figli che, tuttavia, moriranno prematuramente dopo la loro incoronazione, verrà spodestata da una donna più giovane e attraente e alla fine sarà uccisa da uno dei suoi fratelli. Due anni dopo la ribellione e l'ascesa al trono di Robert Baratheon, Tywin Lannister cerca di rafforzare da subito il suo legame con la corona dando Cersei in sposa al nuovo sovrano dei Sette Regni. Il loro matrimonio si rivela però infelice sin dalla prima notte di nozze, in cui Cersei viene chiamata dal suo neo sposo "Lyanna", la donna che Robert aveva amato e doveva sposare prima della ribellione. Negli anni entrambi cercano consolazione nelle braccia di altri: Robert con svariate donne e Cersei con suo fratello Jaime.

Durante le nozze del figlio maggiore Joffrey con Margaery Tyrell, il re beve del vino avvelenato e muore nel giro di pochi minuti. Cersei, accecata dalla collera, accusa il fratello Tyrion e la sua consorte Sansa dell'omicidio. Sin dal suo fidanzamento con Joffrey, Cersei non vede di buon occhio Margaery, in quanto la ragazza grazie alle sue doti e alla sua astuzia sembrava saperlo gestire e controllare meglio di lei. Il suo risentimento per lei aumenta quando si convince che la ragazza potrebbe essere proprio la giovane donna che un giorno l'avrebbe spodestata nella terribile profezia che Maggy la Rana le vaticinò da giovane. Pochi mesi dopo, anche la figlia Myrcella muore, avvelenata da Ellaria Sand. Successivamente Cersei è costretta a proclamare re suo figlio minore, Tommen e lo fa sposare con sua nuora Margaery.

La regina madre Cersei convoca l'Alto Passero per nominarlo Alto Septon. Cersei dona inoltre ai Passeri un esercito: il Credo Militante. La confraternita dei Passeri prende dunque il sopravvento nella città, aggredendo e catturando coloro che ritengono "peccatori". Dopo aver attaccato il bordello di Lord Baelish, i Passeri catturano anche Loras e Margaery Tyrell. Poco dopo però anche Cersei viene imprigionata. Cersei decide di essere processata tramite singolar tenzone per i crimini che non ha confessato, chiedendo a suo zio di affidare al maestro sconsacrato Qyburn la scelta del nuovo membro della Guardia Reale che la difenderà nel processo. Intanto, per espiare le colpe che ha confessato, le viene imposto di camminare nuda e con la testa rasata sulla strada dal Tempio di Baelor alla Fortezza Rossa. Cersei inizia il suo cammino, sotto gli sguardi e le umiliazioni che le infligge la folla, e, sebbene cerchi di rimanere impassibile, alla fine crolla e comincia a piangere, rendendosi conto di essere lei stessa la causa della sua rovina. Raggiunta la fortezza, la donna viene accolta dal nuovo membro della Guardia Reale, Robert Strong, che è in realtà ser Gregor Clegane, riportato in vita grazie alle cure di Qyburn.

Al sicuro tra le mura del castello, Cersei fa esplodere le riserve segrete di Altofuoco della città, causando la distruzione del Grande Tempio e la morte di tutti i presenti, compresi l'Alto Passero, Mace, Margaery e Loras Tyrell, e Kevan Lannister. Devastato, Tommen si toglie la vita buttandosi da una finestra. Venuta a sapere della morte del figlio, ordina che il suo corpo venga bruciato e le ceneri sparse sopra ciò che rimane del Tempio. Jaime nel frattempo fa ritorno nella capitale, appena in tempo per assistere incredulo alla cerimonia di incoronazione di Cersei a regina dei Sette Regni sul Trono di Spade, con Qyburn come primo cavaliere.

Biografia

Cersei nasce a Castel Granito nel 266º anno dopo la conquista del Continente Occidentale da parte di Aegon Targaryen; è la primogenita nonché l'unica figlia femmina di Tywin Lannister e sua cugina Joanna Lannister. È sorella gemella di Jaime e sorella maggiore di Tyrion. Sin da bambina Cersei ha un carattere ribelle e spavaldo. Da sempre è unita a suo fratello Jaime da un amore romantico, fatto che porta la loro madre, informata da una serva di averli colti in flagrante in atteggiamenti promiscui, a tenerli distanti tra loro. Con la nascita del fratello minore Tyrion, Joanna si ammala di febbre puerperale e muore. Ciò causa in Cersei un forte odio nei confronti del fratellino, e inizia a sviluppare il carattere sadico e rancoroso che la caratterizzerà da adulta.

Verso gli undici anni, Cersei viene separata da Jaime, inviato come scudiero presso le terre di lord Sumner Crakehall, mentre a lei viene imposta l'educazione di corte che spetta a tutte le nobildonne dei Sette Regni, fatto che alimenta in lei la sua misoginia. Nello stesso anno, assieme ad una protetta di Castel Granito, Melara Heatherspoon, decide di recarsi in un bosco vicino casa sua dove vive una veggente, Maggy la Rana. La strega profetizza destini nefasti per le due fanciulle: rivela infatti che Melara morirà a breve, mentre a Cersei toccherà un destino peggiore: diventerà regina, avrà tre figli che, tuttavia, moriranno prematuramente dopo la loro incoronazione, verrà spodestata da una donna più giovane e attraente e alla fine sarà uccisa da uno dei suoi fratelli. Poco tempo dopo la piccola Melara annega in un pozzo, suscitando in Cersei un timore che, sebbene cerchi di reprimere nell'idea che sia stata solo una coincidenza, diviene negli anni a seguire un motivo per alimentare sempre più la sua paranoia.

Compiuti diciassette anni, Cersei viene promessa in sposa a Rhaegar Targaryen, principe ed erede al trono dei Sette Regni. Tuttavia il re, Aerys II Targaryen, del quale suo padre Tywin è il Primo Cavaliere, rifiuta di dare il suo consenso a tale unione, invidioso del potere e dell'influenza che il suo consigliere sta accumulando a corte, facendo invece sposare suo figlio maggiore ad Elia Martell. Due anni dopo la ribellione e l'ascesa al trono di Robert Baratheon, Tywin Lannister cerca di rafforzare da subito il suo legame con la corona dando Cersei in sposa al nuovo sovrano dei Sette Regni. Il loro matrimonio si rivela però infelice sin dalla prima notte di nozze, in cui Cersei viene chiamata dal suo neo sposo "Lyanna", la donna che Robert aveva amato e doveva sposare prima della ribellione. Negli anni entrambi cercano consolazione nelle braccia di altri: Robert con svariate donne e Cersei con suo fratello Jaime.

Non molto tempo dopo Cersei rimane incinta del suo primogenito, figlio naturale di Robert, ma con l'aiuto di una donna ingaggiata da Jaime, la regina abortisce prima ancora di rendere nota la sua gravidanza. Nei dodici anni a seguire, dall'incesto tra Cersei e Jaime nascono Joffrey, Myrcella e Tommen, che la donna fa passare per i figli legittimi di Robert. La verità sulla paternità dei bambini viene scoperta dal Primo Cavaliere del re, Jon Arryn, che poco tempo dopo muore avvelenato.

Prima Stagione

A Grande Inverno, Eddard riceve da sua moglie Catelyn la notizia della morte improvvisa di Jon Arryn, Primo Cavaliere del Re e che Robert Baratheon, Re dei Sette Regni, si dirige a Grande Inverno con la moglie Cersei Lannister per chiedere all'amico Eddard di sostituire Arryn nel suo ruolo. Poco dopo l'arrivo della corte reale a Grande Inverno, il figlio di Eddard, Bran, sorprende casualmente i fratelli Lannister, Cersei e Jaime, in una torre diroccata mentre consumano un rapporto incestuoso; per impedire che il bambino parli, Jaime lo butta giù dalla torre. A Grande Inverno, i Lannister scoprono che Bran è sopravvissuto alla caduta, e giace a letto in stato di incoscienza. Catelyn, scossa dall'avvenimento, indaga sul luogo da cui Bran è precipitato, scoprendo un capello di Cersei e si accorda con ser Rodrick e maestro Luwin, dichiarando di voler cavalcare verso Sud per incontrare Eddard e metterlo in guardia contro i Lannister.

Cersei Lannister medica suo figlio dalle ferite subite dal meta-lupo e gli ricorda come, quando diventerà re, potrà convincere tutti della sua verità su quanto accaduto tra lui, Arya e il meta-lupo, suggerendogli di raccontare che è stato lui a essere stato aggredito, e a sconfiggere il meta-lupo, risparmiando la vita alla sorella della sua futura sposa. Joffrey tenta di opporsi al futuro matrimonio con Sansa, ma la madre lo imbonisce dicendogli che quando sarà Re, potrà circondarsi di tutte le donne che vuole, a prescindere dal matrimonio. Alle rimostranze del ragazzo, che afferma che da Re, lui potenzierebbe l'esercito reale e attaccherebbe Grande Inverno per cacciare la famiglia Stark insediandovi un uomo fedele ai Lannister, la madre Cersei lo schernisce per la fallibilità di tale piano, ammonendolo ma rivelandosi d'accordo con lui nei fini, se non nei mezzi.

Eddard Stark si risveglia dolorante nei suoi quartieri, dopo lo scontro con Jaime Lannister. Trova ad aspettarlo Re Robert e la regina Cersei, la quale lo accusa di avere attaccato il fratello Jaime Lannister per primo e di avere ordinato l'arresto dell'altro fratello, Tyrion. Re Robert prende le sue difese e arriva a schiaffeggiare la sua regale consorte, lo costringe poi a ritirare le dimissioni da Primo Cavaliere, minacciando di nominare proprio Jaime Lannister come nuova Mano del Re. Cersei ed Eddard hanno un duro scontro verbale nel quale entrambi escono allo scoperto sulle loro intenzioni: oramai la frattura è inevitabile. Re Robert muore e le sue ultime volontà non vengono rispettate: Lord Stark, convinto di avere dalla sua parte l'appoggio delle guardie reali, dichiara Joffrey (che in quel momento siede già sul Trono di Spade) non avente diritto alla Corona, in quanto non figlio di re Robert, ma frutto di una relazione incestuosa tra Jaime e Cersei Lannister; non afferma ciò di fronte a Joffrey, si limita ad accusarlo. Successivamente, Eddard Stark viene fatto decapitare dalla famiglia Lannister nella piazza principale.

Seconda Stagione

Dalla sua corte a Roccia del Drago, Stannis, il fratello mezzano del defunto Robert, manda una lettera in tutti gli angoli dei Sette Regni dichiarando che Joffrey, Tommen e Myrcella non sono veri eredi di Robert Baratheon, ma il frutto dell'incesto tra Cersei Lannister e suo fratello gemello Jaime. Cersei Lannister è furiosa, ma accetta la nuova situazione quando il fratello Tyrion le assicura che agirà solo in qualità di consulente di Joffrey, in quanto quest'ultimo sta diventando incontrollabile anche da sua madre. Arrivatele voci sulla lettera di Stannis, Cersei ordina alla Guardia Cittadina di uccidere tutti i bambini illegittimi di re Robert. Tyrion dice a Lancel di essere al corrente della sua relazione con Cersei, ma manterrà il segreto solo se il ragazzo spierà la regina e lo terrà informato su tutte le sue attività.

Tyrion Lannister estrapola ulteriori informazioni da suo cugino Lancel, che rivela al Folletto che la regina reggente Cersei sta richiedendo grandi quantità di Altofuoco, una sostanza chimica pericolosa ed esplosiva. Ad Approdo del Re, Myrcella Baratheon parte per Dorne per via delle decisioni di Tyrion sul matrimonio combinato con la famiglia Martell e per la sua protezione, spezzando il cuore della madre. Sansa si sveglia facendo una triste scoperta: il suo letto è sporco del sangue del suo menarca e ciò vuol dire che ora è in grado di dare dei figli a Joffrey. Nonostante gli sforzi della sua ancella, la regina viene comunque a saperlo a causa di Sandor Clegane. Cersei si dimostra incredibilmente comprensiva nei confronti della ragazza, avvertendola che nella vita non dovrà mai fidarsi di nessuno e amare solo i suoi figli. Alla domanda di Sansa se non dovesse amare anche Joffrey, la regina reggente risponde un laconico "Puoi provarci". Cersei è preoccupata che la crudeltà di Joffrey sia il risultato dell'amore tra lei e il fratello gemello Jaime, come era accaduto per i Targaryen, che si sposavano tra loro per tenere puro il sangue e che avevano sviluppato una vena di follia. Nel frattempo, Tyron avverte la sorella che le navi dei Baratheon sono salpate dalle terre dell'Ovest e che in meno di cinque giorni giungeranno alle porte di Approdo del Re.

In seguito il nano cena con sua sorella Cersei; quest'ultima lo accusa di aver complottato contro Joffrey per far sì che, al momento dell'assalto di Stannis, il re scenda in battaglia. Cersei dice anche a Tyrion che ha rapito la sua prostituta e che vuole tenerla per garantire la sicurezza di Joffrey. Quando Tyrion chiede di vedere la sua amante, sua sorella ordina a una guardia di portarla nella stanza. Ad entrare non è però Shae, come si sarebbe aspettato Tyrion, ma Ros, una prostituta di Ditocorto. Tyrion finge che sia lei e, dopo aver fatto una falsa dichiarazione d'amore a Ros per convincere la regina, corre nelle stanza di Shae e le dice che è in pericolo e che deve fare più attenzione.

La flotta di Stannis Baratheon entra nella baia delle Acque Nere e inizia l'attacco di Approdo del Re: comincia la battaglia decisiva della guerra dei cinque re. Nel frattempo, Sansa Stark e la sua ancella Shae si trovano all'interno della Fortezza Rossa con Cersei Lannister e le altre donne della corte. Cersei inizia a raccontare a Sansa dei molti oneri che deve sopportare una regina e la informa che, se la città cadesse, tutte loro verranno violentate e uccise. Cersei comincia anche a sospettare che Shae potrebbe non essere chi dice di essere. L'ancella cerca di rispondere, ma viene interrotta dall'arrivo di Lancel Lannister che, ferito, informa la regina che la battaglia non sta andando bene. Temendo per la sicurezza di Joffrey, Cersei ordina a Lancel di scortare il figlio nelle sue stanze. Joffrey, avendo paura della battaglia, segue gli ordini di sua madre e lascia il comando alla Guardia Reale. Cersei siede sul Trono di Spade e racconta al figlio Tommen una storia per consolarlo e, successivamente, avvelenarlo per paura del brutto esito della battaglia. Prima di far bere la fiala al figlio, però, Cersei viene sorpresa dal rumore delle porte della sala del trono che si spalancano: suo padre Tywin irrompe nella sala e la informa di aver vinto la battaglia. Cersei, sorpresa dal fatto, lascia cadere a terra la fiala di veleno.

Terza Stagione

Cersei sta sedendo sul Trono di Spade e raccontando al figlio Tommen una storia per consolarlo e, successivamente, avvelenarlo per paura del brutto esito della battaglia. Prima di far bere la fiala al figlio, però, Cersei viene sorpresa dal rumore delle porte della sala del trono che si spalancano: suo padre Tywin irrompe nella sala e la informa di aver vinto la battaglia. Cersei, sorpresa dal fatto, lascia cadere a terra la fiala di veleno. Ad Approdo del Re, Re Joffrey e sua madre Cersei stanno parlando della nuova promessa sposa: Margaery Tyrell. Cersei avanza dei dubbi sulla lealtà della ragazza, ma Joffrey sembra ignorarla. Sin dal suo fidanzamento con Joffrey, Cersei non vede di buon occhio Margaery, in quanto la ragazza grazie alle sue doti e alla sua astuzia sembrava saperlo gestire e controllare meglio di lei. Il suo risentimento per lei aumenta quando si convince che la ragazza potrebbe essere proprio la giovane donna che un giorno l'avrebbe spodestata nella terribile profezia che Maggy la Rana le vaticinò da giovane.

Al tempio di Baelor, Cersei e Olenna parlano del matrimonio tra re Joffrey e lady Margaery. Quest'ultima consiglia al re di mostrarsi alla folla assieme a lei e di concedere un po' di amore al popolo che sicuramente lo rigrazierà con altrettanto rispetto. Joffrey acconsente e mentre saluta la folla, sua madre è preoccupata per l'incolumità del figlio. A questo proposito Cersei si reca da suo padre Tywin, che non si mostra preoccupato quando sua figlia gli spiega che lady Margaery sta avendo un'influenza notevole su Joffrey. Tywin, infatti, fa notare a sua figlia quanto negativa sia stata la sua di influenza nei confronti del giovane re. Cersei chiede a Ditocorto di indagare sui Tyrell, sospettosa che abbiano dei piani segreti. Lady Olenna viene invitata da Tyrion nelle sue stanze per parlare delle spese del matrimonio reale. Alla fine i due trovano un accordo: i Tyrell e i Lannister si divideranno le spese nuziali.

Lord Tywin Lannister ha un colloquio con i figli Cersei e Tyrion. Dopo che il Folletto informa suo padre dei dettagli delle spese delle nozze reali, il Primo Cavaliere illustra i suoi nuovi piani per sventare quelli dei Tyrell: ordina a Tyrion di prendere in sposa Sansa e a Cersei di sposare Loras. Lord Tywin Lannister incontra Lady Olenna Tyrell per discutere del matrimonio di Ser Loras con Cersei. Olenna è contraria al matrimonio e dice all'uomo che Cersei è troppo vecchia per suo nipote e che le voci dell'incesto con suo fratello gemello Jaime sono molto diffuse. Tywin fa notare che se venisse dato peso a questa diceria, Lady Margaery starebbe per sposare un falso re e i Tyrell perderebbero tutto. Così, dopo la minaccia da parte del Primo Cavaliere di far entrare Loras nella Guardia Reale facendogli perdere titoli e matrimonio, Lady Olenna acconsente all'unione di Loras e Cersei. Cersei e Tyrion sono sconfortati e finiscono per parlare di Jaime e del tentato omicidio di Lord Tyrion durante la battaglia delle Acque Nere. Tyrion accusa la sorella, ma deduce che il vero mandante è in realtà Joffrey. Cersei gli dice che Joffrey non causerà ulteriori problemi ora che Tywin è a corte.

Ad Approdo del Re, a poche ore dal matrimonio, Tyrion visita la sua promessa sposa Sansa e cerca di alleviare la sua apprensione di fronte alla prospettiva di diventare sua moglie. Al tempio di Baelor, la regina Cersei intimidisce Margaery, raccontandole la storia della Casa Reyne di Castamere e di come suo padre Tywin la distrusse quando si ribellò contro la Casa Lannister. Inizia la cerimonia e Sansa viene accompagnata lungo la navata da Re Joffrey. Poco dopo, Podrick Payne informa il Folletto che è stata convocata una riunione del Concilio Ristretto e così Tyrion si dirige alla Torre del Primo Cavaliere, dove ad aspettarlo vi sono Tywin, Cersei, Joffrey, Varys e Pycelle. Tyrion viene a sapere che Robb e Catelyn Stark sono stati uccisi durante le Nozze Rosse e che Joffrey intende far pesare questo avvenimento a Sansa, cosa a cui risponde irritando il re. Calato il buio, la regina Cersei visita Tyrion e gli dice che dare a Sansa un bambino la renderà felice e gli confida come Joffrey, Myrcella e Tommen sono tutto per lei.

Quarta Stagione

Un'ancella di Sansa ascolta una discussione tra Tyrion e Shae e riferisce alla regina Cersei della relazione tra i due. Qyburn, per ordine di Cersei, munisce Jaime di una mano dorata. Nei giardini, Lord Varys informa Tyrion che sua sorella Cersei ha scoperto la sua relazione con Shae e che presto lo dirà al padre. Durante le nozze del figlio maggiore Joffrey con Margaery Tyrell, il re beve del vino avvelenato e muore nel giro di pochi minuti. Cersei, accecata dalla collera, accusa il fratello Tyrion e la sua consorte Sansa dell'omicidio.

Nel Tempio di Baelor, Tywin inizia ad istruire il successore al Trono di Spade, il Principe Tommen. Cersei è distrutta per la morte del figlio e, insicura dell'esito del processo, chiede a Jaime di uccidere Tyrion, ma l'uomo è contrario. Sebbene Cersei sia piuttosto scossa dalla situazione, subisce comunque il desiderio del fratello che la prende davanti al cadavere del loro primogenito. Tommen Baratheon viene incoronato re dall'Alto Septon nella sala del Trono. Durante gli omaggi, Cersei parla della natura di Joffrey e di quanto Tommen meriti il Trono di Spade con Margaery Tyrell. Nelle stanze del Primo Cavaliere, Tywin e Cersei decidono che il matrimonio reale con Margaery avverrà due settimane dopo l'incoronazione. Tywin informa poi la figlia a proposito del grande debito che la famiglia ha nei confronti della Banca di Ferro di Braavos. Cersei incontra poi Oberyn Martell nei giardini, il quale le fa sapere che la figlia Myrcella sta bene. La regina chiede dunque al principe di portare alla figlia una nave costruita dai carpentieri di Approdo del Re come regalo di compleanno.

Dopo il consiglio inizia il processo di regicidio con imputato Tyrion Lannister, durante il quale vari testimoni prendono parola; Ser Meryn Trant, il Gran Maestro Pycelle, la Regina Reggente Cersei e Lord Varys vengono interrogati dai tre giudici Lord Tywin Lannister, Lord Mace Tyrell e il Principe Oberyn Martell. Jaime incontra Tywin e gli chiede di risparmiare il fratello e di mandarlo alla Barriera, offrendo in cambio la disponibilità a lasciare la Guardia Reale e tornare ad essere Lord Ereditario di Castel Granito. Tywin accetta e così lo Sterminatore di Re chiede a Tyrion di comportarsi bene e di accettare il verdetto. Il processo riprende e sebbene il Folletto si sia reso conto di come Cersei abbia compromesso l'esito dell'udienza corrompendo tutti i testimoni, egli sembra accettare la proposta di suo fratello. Jaime incontra Tywin e gli chiede di risparmiare il fratello e di mandarlo alla Barriera, offrendo in cambio la disponibilità a lasciare la Guardia Reale e tornare ad essere Lord Ereditario di Castel Granito. Tywin accetta e così lo Sterminatore di Re chiede a Tyrion di comportarsi bene e di accettare il verdetto. Il processo riprende e sebbene il Folletto si sia reso conto di come Cersei abbia compromesso l'esito dell'udienza corrompendo tutti i testimoni, egli sembra accettare la proposta di suo fratello.

Il campione dell'accusa, chiamato nella capitale da Cersei, è Ser Gregor Clegane, mentre il Principe Oberyn Martell, si offre di combattere per Tyrion, al fine di vendicare le morti di sua sorella Elia e i suoi figli. Ser Gregor Clegane, campione di Cersei, affronta il Principe Oberyn Martell, il quale combatte per Tyrion. La Vipera Rossa, grazie alla sua agilità, riesce a ferire e a far crollare la Montagna, ma per ottenere la sua confessione per i crimini commessi contro sua sorella Elia Martell e i suoi figli, posticipa il colpo di grazia, venendo così colto di sorpresa dall'avversario. Questi confessa tutto quello che Oberyn voleva sentire, proprio mentre gli fracassa il cranio a mani nude, nello stesso modo in cui dice di aver ucciso Elia. A quel punto Lord Tywin dichiara colpevole suo figlio Tyrion e lo condanna a morte.

Cersei chiede a Qyburn che venga fatto di tutto per salvare la Montagna, avvelenato dalla lancia della Vipera Rossa: il maestro rinnegato chiede ed ottiene il permesso di usare metodi poco ortodossi. La donna affronta suo padre e si rifiuta di sposare Ser Loras Tyrell, minacciando di rivelare pubblicamente il suo rapporto incestuoso con Jaime.

Quinta Stagione

Cersei raggiunge il Tempio di Baelor per il funerale di Tywin. Al cospetto del corpo di Tywin, la donna ha un diverbio con il gemello Jaime, il quale viene incolpato di aver provocato conseguenze disastrose liberando Tyrion. Successivamente, la Regina Reggente incontra a corte suo zio Kevan e suo cugino Lancel, ora un devoto membro di un emergente ordine religioso noto come i "Passeri". Il giovane Lannister la invita a pentirsi per i suoi peccati e ad abbracciare la fede, ma Cersei ignora le sue prediche.

Cersei riceve la collana di sua figlia Myrcella come segno di minaccia da parte dei Martell del Principato di Dorne, dove la ragazza risiede dall'inizio della Guerra dei Cinque Re. La Regina Reggente chiede a Jaime di andare a sud per assicurarsi della sicurezza della loro figlia. Jaime viaggerà con Ser Bronn, il quale viene distolto dal suo interesse per Lollys Stokeworth e accetta di seguire lo Sterminatore di Re in cambio di un matrimonio più conveniente di quello precedentemente programmato da Cersei. Quest'ultima incontra alcuni cacciatori di nani inviati ad ammazzare suo fratello Tyrion. Di fronte alla testa mozzata del nano sbagliato, Cersei decide di non punire i cacciatori e di concedere i resti a Qyburn. Quest'ultimo e la Regina Reggente raggiungono la Torre del Primo Cavaliere, dove si tiene una seduta del Concilio Ristretto. Cersei, dicendo di parlare in nome di re Tommen, distribuisce le cariche vacanti di Maestro del Conio, Maestro dei Sussurri e Maestro della Guerra rispettivamente al già Maestro delle Navi Mace Tyrell, a Qyburn e al nuovo Lord di Castel Granito Kevan Lannister, il quale lascia la stanza dicendo che resterà a Castel Granito fino a quando Tommen non richiederà il suo consiglio. Resta invece vacante il titolo di Primo Cavaliere del Re.

Tommen Baratheon e Margaery Tyrell si sposano nel Tempio di Baelor e, successivamente, consumano il matrimonio. Margaery riesce a manipolare facilmente la mente di Tommen, il quale chiede a Cersei di ritornare a Castel Granito. La Regina Madre rifiuta e si reca nelle stanze di Margaery, dove ricorda alla nuora di non esitare a chiederle qualunque cosa dovesse servirle. Cersei, ora prNel bordello di Ditocorto, l'Alto Septon viene attaccato da Lancel e da altri Passeri e viene obbligato a camminare nudo tra la folla. Durante una seduta del Concilio Ristretto, il capo del Credo chiede che il leader dei Passeri, l'Alto Passero, venga giustiziato. Cersei si reca personalmente da quest'ultimo per ascoltare le sue parole. Dopodiché, la donna gli chiede di sostituire l'Alto Septon, ora rinchiuso nelle celle nere della Fortezza Rossa, e di diventare il nuovo capo del Credo dei Sette. Tornata alla Fortezza Rossa, Cersei si reca nello studio di Qyburn per chiedergli di inviare un messaggio a Lord Baelish. Mentre Qyburn scrive, il corpo di Gregor Clegane si muove sul tavolo operatorio. Privata dei suoi poteri di Regina Reggente, si trova a non poter intervenire direttamente sul controllo che Margaery ha sul re.

Ad Approdo del Re, la regina madre Cersei convoca l'Alto Passero per nominarlo Alto Septon. Cersei dona inoltre ai Passeri un esercito: il Credo Militante. La confraternita dei Passeri prende dunque il sopravvento nella città, aggredendo e catturando coloro che ritengono "peccatori". Dopo aver attaccato il bordello di Lord Baelish, i Passeri catturano anche Loras Tyrell, il quale viene accusato di aver violato le leggi degli dei e degli uomini fornicando con vari uomini al di fuori del matrimonio e viene rinchiuso nelle celle del Tempio di Baelor. Il fatto scatena la furia di Margaery Tyrell, che esige che suo marito, re Tommen, ordini di liberare suo fratello immediatamente. La donna accusa Cersei di aver dato l'ordine di cattura per vendicarsi. Tommen si reca allora dalla madre per chiederle di liberare Loras. La regina afferma di non aver dato lei l'ordine di cattura e così Tommen si reca direttamente al Tempio di Baelor per parlare con l'Alto Passero. L'accesso gli viene però negato da alcuni Passeri e allora il re decide di non ricorrere alla violenza e di tornare alla Fortezza Rossa. Cersei, nel frattempo, invia Mace Tyrell, nuovo Maestro del Conio, a Braavos per contrattare con la Banca di Ferro sui debiti della Corona.

Dopo essere stato fermato brevemente dal Credo Militante, Petyr Baelish raggiunge Cersei. L'uomo assicura alla Corona i cavalieri della Valle di Arryn e informa la Regina Madre dell'intenzione di Roose Bolton di sposare Sansa Stark a suo figlio Ramsay. Cersei promette di inviare un esercito contro i Bolton, ma Lord Baelish le consiglia di aspettare che Stannis e Roose si scontrino e di intervenire successivamente, inviando i cavalieri della Valle guidati dal nuovo Protettore del Nord Baelish a vendicarsi dei vincitori e di Sansa Stark. In città torna Lady Olenna Tyrell, che, indignata per l'arresto di Loras, si reca da Cersei e la accusa di aver collaborato con i Passeri per far arrestare suo nipote. Cersei nega tutto e Olenna non può che lasciare la stanza. In seguito, al Tempio di Baelor si tiene un'inchiesta sacra per fare luce sulle accuse di fornicazione e sodomia che gravano su Loras. Il Credo Militante arresta Ser Loras in attesa del processo a suo carico e, insieme a lui, viene trattenuta anche la Regina Margaery, accusata di aver giurato il falso al cospetto degli Dei. Nel frattempo, Cersei si reca al Tempio di Baelor per controllare lo stato di Margaery per conto di Re Tommen. La Regina Madre mostra finta compassione per la prigioniera, la quale le intima ad andarsene tra insulti e imprecazioni. Raggiunto l'Alto Passero, Cersei chiede chiarimenti sullo svolgimento del processo. L'uomo le dice che la seduta verrà presidiata da Sette Septon, i quali, nel caso i prigionieri confessassero prima del processo, potrebbero concedere loro la misericordia della Madre. Successivamente, l'Alto Septon comunica a Cersei che un ragazzo è venuto a confessare di essere stato condotto a compiere atti impuri proprio dalla regina. Lancel Lannister entra nella stanza e Cersei cerca invano di fuggire, venendo gettata in cella dal Credo Militante.

Cersei è ancora prigioniera nelle celle sotto il Grande Tempio di Baelor. Qui la la Regina Madre incontra Qyburn, il quale le spiega che il processo avverrà a breve e che l'Alto Passero ha accuse pesanti contro di lei: fornicazione, incesto, tradimento e l'assassinio di Re Robert. Le spiega poi che esiste un solo modo per uscire da quella situazione: confessare, ma la Regina si rifiuta di farlo. Chiede poi all'uomo di poter incontrare suo zio Kevan e suo figlio Tommen, ma l'uno non sembra intenzionato ad aiutarla e l'altro rifiuta di parlare con chiunque. Prima di andarsene, Qyburn allude al fatto che il suo "lavoro" nel laboratorio sta continuando. Qualche tempo dopo, Cersei riceve di nuovo la visita di Septa Unella, che questa volta le porta dell'acqua e di nuovo la istiga a confessare. La Regina non si piega e rifiuta, al che la Septa se ne va, versando l'acqua sul pavimento. Una volta sola, Cersei si china e prova a bere ciò che ne rimane, sparso sul pavimento. Cersei si decide a fare l'unica cosa che le avrebbe consentito di andarsene dai sotterranei del Tempio di Baelor: confessare almeno i peccati che non può negare ed esprimere il suo pentimento. L'Alto Passero accetta le sue parole, ma le comunica che dovrà affrontare una penitenza: senza vestiti e senza capelli, dovrà affrontare la Marcia della Vergogna, dal Tempio alla Fortezza Rossa, in balia del ludibrio generale. La marcia si rivela dolorosa per la regina, che durante la marcia si ferisce ai piedi, viene umiliata, offesa e riceve sputi. Giunta alla Fortezza Rossa, la regina viene accolta da suo zio ser Kevan, dal Gran Maestro Pycelle e da Qyburn, che le presenta il nuovo membro della Guardia Reale, un rinato Gregor Clegane rinominato Robert Strong.

Sesta Stagione

Ad Approdo del Re, nell'apprendere della morte di Myrcella da Jaime, appena tornato da Dorne, Cersei è sempre più convinta della veridicità della profezia di Maggy, la quale le aveva predetto la morte di tutti e tre i suoi figli. Re Tommen impedisce a Cersei di assistere al funerale di Myrcella, temendo che il Culto Militante possa farla nuovamente prigioniera. Qyburn visita i suoi "uccelletti" che furono di Varys, e Cersei ordina di farle ricevere ogni informazione. Più tardi, alla riunione del Concilio Ristretto, Kevan Lannister, Pycelle, Olenna e Mace Tyrell si rifiutano di partecipare alla riunione. Re Tommen visita l'Alto Passero e ha un duro confronto con lui. Nella Fortezza Rossa, Cersei e Jaime si uniscono al Concilio Ristretto e convincono i membri di quest'ultimo a usare la forza contro i Passeri, per salvare Margaery e Loras e ristabilire l'ordine in città.

Ad Approdo del Re, Olenna Tyrell incontra sua nipote Margaery, la quale la prega di lasciare la capitale prima che l'Alto Passero possa arrestarla. Nel chiederglielo, la ragazza lascia nelle mani della nonna un pezzo di pergamena in cui ha disegnato una rosa, simbolo dei Tyrell, a testimoniare la sua fedeltà nei confronti della Casa. Più tardi, Olenna parla con Cersei, e le fa notare che è stata sconfitta e che non sarà mai dalla sua parte, essendo lei responsabile degli eventi recenti. Cersei viene raggiunta da Qyburn, il quale le comunica che un gruppo di Passeri è entrato nella Fortezza Rossa e vorrebbe avere un colloquio con lei; la donna li raggiunge, seguita dal maestro e da Ser Gregor Clegane, e comunica ai membri del Credo militante che sono i benvenuti nel castello. Lancel Lannister le ordina allora di seguirli fino al Tempio di Baelor, per incontrare l'Alto Passero, e Cersei si rifiuta, ma gli adepti non possono opporsi per la forza di Ser Gregor, che dopo essere stato attaccato da uno dei Passeri lo decapita a mani nude mettendo in fuga gli altri. Poco dopo, nella sala del trono, Cersei assiste a un discorso tenuto da re Tommen, il quale proclama banditi i processi per singolar tenzone: la donna è così costretta a dover essere giudicata da sette septon per ottenere l'assoluzione dei propri peccati e non potrà più far affidamento sulla Montagna.

Ad Approdo del Re ha inizio il processo a Ser Loras e Cersei presso il Tempio di Baelor. Il giovane Tyrell confessa i suoi peccati e sceglie di unirsi ai Passeri per espiarli. Cersei e Tommen, tuttavia, non si presentano al processo, così Lancel Lannister viene incaricato di scortarli al Tempio mentre il resto del pubblico rimane in attesa del suo ritorno. Lungo la strada, nota un bambino che si dirige verso le catacombe al di sotto del Tempio. Lancel lo segue e lì scopre un immenso deposito di casse contenenti Altofuoco, ma viene pugnalato alle spalle dal bambino e impossibilitato a camminare. Nonostante Lancel, debilitato, tenti di scongiurare la catastrofe, l'Altofuoco esplode, causando la distruzione del Grande Tempio e la morte di tutti i presenti, compresi l'Alto Passero, Mace, Margaery e Loras Tyrell, e Kevan Lannister. Nel frattempo, gli Uccelletti di Qyburn assassinano il Gran Maestro Pycelle. Tommen osserva il disastro dall'alto delle sue stanze nella Fortezza Rossa e, informato delle vittime, si toglie la vita buttandosi da una finestra. Più tardi, Cersei fa visita a septa Unella, precedentemente catturata e portata nelle segrete, e la affida a ser Gregor con la promessa di una tortura lenta e dolorosa. Venuta a sapere della morte del figlio, ordina che il suo corpo venga bruciato e le ceneri sparse sopra ciò che rimane del Tempio. Jaime nel frattempo fa ritorno nella capitale, appena in tempo per assistere incredulo alla cerimonia di incoronazione di Cersei a regina dei Sette Regni sul Trono di Spade, con Qyburn come primo cavaliere.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su Fandom

Wiki casuale